Conegliano

Conegliano

A nord di Treviso, intorno alla graziosa cittadina di CONEGLIANO, il paesaggio non è più noioso. Le colline circostanti sono ricoperte di vigneti, e la produzione del vino (soprattutto Prosecco) è fondamentale per l'economia della regione. W 1876 r. nasce a Conegliano la prima scuola di viticoltori, e oggi i turisti possono esplorare due strade del vino qui; La Strada del Vino Rosso continua 68 km a sud-est di ODERZO, ma la strada verso ovest è più interessante, 42-lunga un chilometro Strada del Vino Bianco che porta a VALDOBBIADENE. I dettagli su queste rotte possono essere ottenuti dall'ufficio AAST estremamente utile, proprio di fronte alla stazione dei treni in viale Carducci 32. Arrivare a Conegliano è semplice, poiché il treno da Venezia a Udine si ferma qui regolarmente.

Città

Stare miasto Conegliano, attaccata alle pendici del Colle di Giano, si trova di fronte alla stazione. L'elemento più ornato di via XX Settembre - in origine la strada principale - è l'insolita facciata del Duomo: Portico del XIV secolo, coperto nel XVI secolo. freskami, si fonde con gli edifici vicini, per così dire. L'interno della chiesa è stato ricostruito più volte, ma si sono conservati frammenti di affreschi quattrocenteschi; la più grande decorazione della chiesa è il perfetto dipinto d'altare Madonna col Bambino circondato da santi e angeli, dipinto in 1493 r. di Giambattista Cima, il figlio più famoso di Conegliano.

Luogo di nascita di Cima, sentenza n 24 in via G. B. Su (alle spalle del Duomo), è stata trasformata in Casa Museo di G.. B. Su (sb. io nd. 16.00-18.00; Entrata Libera), dove si possono vedere principalmente riproduzioni dei suoi dipinti e reperti archeologici del periodo del restauro della casa.

Museo Civico (estate mar-dom. 9.00-12.00 15.30-19.00; in inverno, mar-dom. 9.00-12.00 io 14.00-17.30; 1500 L) si trova nella torre principale del castello ricostruito in cima alla collina. Tra i dipinti, principalmente nelle officine, non ci sono capolavori, e mostre di medaglie, carta geografica, cimeli di guerra, armi, ecc.. non sono particolarmente interessanti. Tuttavia, questo è compensato da altre attrazioni del museo: al primo piano c'è un'eccellente mostra intitolata Grapes in Art - il motivo dell'uva in tutte le forme d'arte è presentato meravigliosamente e con competenza, e dal tetto c'è una bella vista.

Via Settembre XX ha tutti i caffè possibili, bar e negozi di alimentari. Se stai programmando un pernottamento, al numero 129 c'è un buon hotel Canon d'Oro (• 0438/ 22173), con il doppio dopo 46000 L e altro ancora, e un ottimo ristorante; il prosecco servito qui è considerato il migliore della città. Camere in studio, via Istria 51 (• 0438/ 22320), sono circa 20000 L più economico, così puoi passare la notte qui, e spendi i soldi risparmiati per una festa al Canon d'Oro.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *