Feltre

Feltre

Il centro storico di FELTRE, arroccato su uno stretto crinale sopra la città nuova, deve il suo aspetto affascinante alla catastrofe di 1509 r., quando durante la guerra della Repubblica Veneta con la Lega a Cambrai, le truppe imperiali decisero di punire la città per l'alleanza con Venezia, spazzandoli via dalla faccia della terra. I veneziani iniziarono a ricostruire e in due decenni le strade assomigliavano a questo, come adesso. Sarebbe difficile trovare un esempio migliore di una tipica città del XVI secolo nel raggio di molte miglia.

Un solo treno va direttamente da Venezia a Feltre (ten sam co do Belluno); i collegamenti più frequenti partono da Padova (90 min). Sono molti i collegamenti con Belluno (30 min).

Città

Il percorso più breve dalla stazione al centro storico è lungo il viale del Piave, poi via Garibaldi (con un'ottima selezione di bar, ristoranti e alberghi) i via Castaldi, che conduce al Duomo e al Battistero ai piedi del crinale. I monumenti più interessanti del Duomo sono la croce bizantina del VI secolo. e una tomba di Tullia Lombardo. In cima alla scalinata che passa per il battistero, attraversare la strada, c'è la porta meridionale della città, sotto il quale iniziano a lungo, scale coperte che portano al cuore del centro storico.

Esce accanto al municipio cinquecentesco, il cui portico fu disegnato dal Palladio. Dietro la superficie di Piazza Maggiore si erge la torre del castello medievale.

A sinistra della piazza c'è la via principale, Feltre, via Mezzaterra, scendendo verso la quattrocentesca Porta Imperiale. Quasi tutte le case qui provengono dal XVI secolo., e molti sono dipinti con affreschi del più grande artista della città, Lorenza Luzzo, meglio conosciuto come II Morto da Feltre (Il morto di Feltre) a causa della carnagione pallida. Via L. Luzzo, un prolungamento altrettanto decorativo via Mezzaterra sull'altro lato della piazza, conduce al Museo Civico (wt.-pt. 10.00-13.00, sb. 10.00-13.00 io 16.00-18.00, nd. 11.00-13.00 io 16.00-18.00; 1000 L), dove si trova la luminosa Madonna II Morta, dipinti di Cima e Gentilla Bellini, oltre a una mostra di reperti romani ed etruschi. Alcune persone credono, che l'opera migliore di II Mort è la Trasfigurazione nella Chiesa di Ognissanti, che è raramente aperto, ma puoi tentare la fortuna passeggiando per Porta Oria (vicino al Museo), poi giù per la collina e lungo il Borgo Ruga per un minuto.

C'è anche un museo particolare a Feltre - il Museo Rizzard (VI-IX wt.-nd. 10.00-13.00 io 16.00-19.00; 1000 L), in via del Paradiso 8, parallela a via Mezzaterra. Ospita una collezione di arte contemporanea e una mostra di opere in ferro battuto, realizzato principalmente da Carlo Rizzarda (1883-1931), ex proprietario della casa. Forse, non sembra molto invitante, ma la raffinatezza delle opere di Rizzardy è sorprendente.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *