Triste – Gastronomia

Triste – Gastronomia

Trieste rimane il principale porto del caffè nel Mar Mediterraneo e uno dei piaceri di passeggiare per Borgo Teresiano è l'aroma del caffè tostato che si diffonde. I triestini prendono molto sul serio il caffè e ci sono molti posti, dove si possono degustare le sue varie specie. Come il resto del Friuli, La cucina triestina ha influenze mitteleuropee: molti menu includono il gulasch, gnocchi e gnocchi al formaggio. In estate puoi mangiare qualcosa nell'osmizze, locali improvvisati che offrono piatti locali a prezzi ridicolmente bassi.

Caffè e bar

Il caffè più popolare di Trieste è il Caffè San Marco, che occupa l'edificio di via G. Battisti per ottant'anni; almeno non è opportuno non guardare all'interno degli interni in stile liberty con i piani dei tavoli in marmo, pannellatura in mogano, specchi e dorature. Il Caffè Tommaseo in Piazza Tommaseo - il luogo d'incontro dei nazionalisti italiani nel secolo scorso - ha perso gran parte del suo stile storico durante la recente ristrutturazione, ma è piacevole, anche se un costoso riparo dalla calura estiva. (A proposito, Quando chiedi un cappuccino a Trieste, di solito ottieni un espresso con un po 'di latte, che nel resto d'Italia si chiama macchiato. Dovresti quindi ordinare un cappuccino granda o un caffè latte).

Nel centro della città, oltre ai soliti caffè, ci sono molte torrefazioni - caffè, dove entrambi i chicchi di caffè vengono affumicati e venduti, e li macina anche sul posto; consigliamo il Caffè Colombiana in via Carducci, nei pressi dell'incrocio con via Coroneo, o Creme Caffe in Piazza Goldoni.

Molti dei bar della città sono scintillanti come le migliori caffetterie. Il bar in Galleria Protti - che si trova a nord di piazza Borsa nel palazzo delle Assicurazioni Generali - ha l'atmosfera di una discoteca degli anni '30, mentre il Caffè degli Specchi in piazza delPUnita dTtalia ricorda i bar sulle navi degli anni '20. In pochi bar, compreso il venerabile Caffè San Marco, puoi ascoltare musica dal vivo. Gli studenti vanno al Roxy Bar e al Nut ty Bar in via Madonnina, Musie Club Tor Cucherna in via Chiauchiara, Tavernetta przy via Picarda i Birreria Spofford na via Rossetti.

Gelaterie (gelaterie)

È meglio cercare il gelato nell'ombreggiato viale XX Settembre, che la sera gli abitanti passeggiano. Pipolo è perfetto, ma la scelta dei caffè è ampia. Viale diventa un po 'meno carino dal lato di Piazza San Giovanni, dove si riuniscono i giovani fascisti. Ottima anche la gelateria in via della Madonna del Mare 8 i Gelateria Viti na Passeggio Sant’Andrea (autobus n 8 dalla stazione).

Spuntini

Per uno spuntino o un pasto leggero, è meglio andare in una delle osterie, dove il proprietario versa il vino dalle botti dietro il bancone. Spumante locale chiamato prosecco, già lodato dall'imperatrice Livia, È delizioso; dovresti provare anche il terrano, vino rosso molto aspro, esclusivamente da viti negli altopiani calcarei intorno alla città, anche se probabilmente un bicchiere durerà tutta la vita. Bar Tevere in via Malcanton, tuż za Piazza d’Italia, è un posto vivace con cibo semplice; sarde fritte o polpette (klopsiki) in un panino, Quando vengono innaffiati con tocai friulano o mahasia, fanno un delizioso pranzo. Osterie si trova anche in via delle Settefontane 13, via Veneziana 11 i via Carducci 34a, dove è inoltre possibile acquistare una vasta gamma di vini pregiati.

Il buffet Pepi in via Cassa di Risparmio è il luogo preferito dagli studenti all'ora di pranzo: ottime salsicce e bigos ci ricordano i loro antichi legami con l'Austria. Dietro l'angolo, in via San Nicoló 1 b è La Piola, un posto simile con un arredamento più sofisticato. Un altro pub studentesco è Notorious in via del Borso - panini e insalata al piano terra e un buon ristorante economico al primo piano.

Ristoranti e Osmizze

La cucina italiana in una buona versione si trova nella frequentatissima Trattoria dell'Antica Ghiacceretta in via dei Fomelli o in Ai Due Triestini in via Armando Diaz. Trattoria alla Palestra, via Madonna del Mare 18, offre buon cibo a prezzi ragionevoli, e l'host parla inglese. L'Antica Trattoria Suban è meritatamente apprezzata, in via Comici 2, ma i prezzi sono alti.

I piatti di mare possono essere deliziosi a Trieste e vale la pena andare in viale Miramare, mangiare da Allo Sąuero al n. 42 oppure a La Marinella al n. 323. I piatti di pesce locali preferiti sono branzino e sogliola, spigola e sogliola.

È meglio andare all'osmizza a cena in estate o all'inizio dell'autunno, ristorante informale, dove gli agricoltori vendono i propri prodotti, come i salumi fatti in casa, essere, olive, pane e vino. Un'ulteriore attrazione può essere la vista stupefacente sul Golfo di Trieste o sulle colline calcaree fuori città. Il problema con osmizze è questo, che funzionano solo periodicamente, non fare pubblicità e di solito si trovano lontano dai sentieri battuti - più vale lo sforzo e cercarli. Per fare questo, è necessario acquistare il quotidiano sloveno Primorski Dnemik, preferibilmente l'edizione della domenica, dove di solito puoi trovare l'elenco corrente di osmizze, e se hai problemi di lingua puoi chiedere la decodifica del testo all'ufficio turistico o all'hotel.

Puoi anche prendere l'autobus n 44 vicino alla stazione dei treni, guidare a Contovello o Prosecco e chiedere, c'è qualche osmizza nelle vicinanze. Cartello, sei sulla strada giusta, ci sono ciuffi di foglie appesi a cancelli e lanterne - il segno distintivo di questi locali.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *