Venezia – San Marco – Piazzetta

Venezia – San Marco – Piazzetta

Spazio aperto tra San Marco e il lungomare del Molo, Piazzetta, era il posto, dove, prima degli incontri ufficiali, i politici si riunivano informalmente sul backstage del broglio (intrighi). Di fronte al Palazzo Ducale si erge ampiamente ammirato, Il capolavoro rinascimentale di Sansovin, Libreria San-soviniana (o Biblioteca Marciana). In dicembre 1545 i lavori di costruzione erano a buon punto, come un forte gelo ha colpito e gran parte dell'edificio è crollato, e l'architetto fu messo in prigione per un po '. L'edificio fu completato vent'anni dopo la morte di Sansovin, nell'anno 1591.

Attraverso la porta della loggia si accede alla parte dell'edificio occupata dal Museo Archeologico (wt.-sb. 9.00-14.00, nd. 9.00-13.00; 2000L). In molte città, una così ricca collezione di sculture greche e romane meriterebbe una raccomandazione entusiasta, ma a Venezia basta lasciarla per una giornata piovosa. Il palazzo della Zecca, fronte mare, è adiacente alla biblioteca (menta), che è stato eretto negli anni 1537-1545 al posto del primo, Zecca del XIII secolo. Na początku XV wieku miasto było tak bogate, che la moneta veneziana era una parte inseparabile di ogni borsa valori europea, e il Doge potrebbe giustamente chiamare Venezia "l'amante di tutto l'oro cristiano".

Le due colonne in piedi sulla Piazzetta furono portate qui da est alla fine del XII secolo. Terza colonna, che è stato portato con lo stesso trasporto, cadde dalla chiatta e riposa ancora da qualche parte sul fondo vicino al molo. Su una delle colonne è raffigurata la figura del santo patrono di Venezia del periodo della dipendenza da Bisanzio, st. Theodora, dall'altro, simile a un leone, S.. Crea una chimera. Perché ci sono state esecuzioni pubbliche tra le colonne, eseguita in vari modi, dalla semplice impiccagione al fumo vivo sottosopra, veneziani superstiziosi evitano ancora di passare tra loro.

A volte le teste dei malvagi appena uccisi venivano poste dall'altra parte della Piazzetta, all'angolo della basilica, blocco di porfido, chiamata Pietra del Bando. Fondamentalmente, tuttavia, questo nodulo (e un altro simile a Rialto) era destinato alla proclamazione delle leggi della Repubblica. I due blocchi quadrati adiacenti furono probabilmente trafugati a Costantinopoli durante l'evento più atroce della storia di Venezia, quarta crociata dell'anno 1204. Molti altri bottini sono stati portati da questa spedizione, che puoi vedere visitando la cattedrale di S.. Marca.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *