Verona

Verona

Con la sua ricchezza di monumenti romani e strade fiancheggiate da case medievali rosa, VERONA ha più da offrire di qualsiasi altra città del Veneto, tranne che per Venezia stessa. Ma, a differenza della capitale di St.. Marca, l'industria del turismo non governa Verona, tuttavia è importante per l'economia locale. Verona è la più grande città terrestre del Veneto, e il suo successo economico è dovuto principalmente alla sua posizione all'incrocio di importanti strade dalla Germania e dall'Austria all'Italia centrale, e dall'ovest a Venezia e Trieste.

L'originale insediamento romano fu stabilito qui anche per la sua posizione all'incrocio delle rotte commerciali da nord a sud e da ovest a est. Dopo un periodo di caduta dovuto al crollo dell'Impero Romano, Verona si sviluppò sotto gli Ostrogoti, sostituito a sua volta dai Franchi - il figlio di Carlo Magno, Pipino, governò il suo regno da qui. W XII sett. Verona divenne un comune comunale, e nel secolo successivo raggiunse l'apice della sua indipendenza con l'ascesa degli Scaligeri. Questi spietati governanti erano anche energici mecenati delle arti e molti degli edifici più belli della città risalgono al loro secolo..

Dopo la caduta di questa dinastia, ci fu un periodo di caos, e finalmente Gian Galeazzo Visconti da Milano ha preso il controllo della città. W 1405 r. Verona fu assorbita dall'impero veneziano e qui regnò Venezia fino all'arrivo di Napoleone. La storia di entrambe le città fu simile da quel momento in poi: coprì un lungo periodo di dominio austriaco, si concluse con l'Unità d'Italia nel 1866 r.

Guidare, informazioni e alloggio

Causa limitazioni al traffico, che la città è meglio esplorata a piedi, e il centro è abbastanza compatto, che non è una grande angoscia. Solo autobus, vale la pena usare, sono numeri 1 o 8 (in serata 51 o 58) dalla stazione dei treni a Piazza Bra, il centro di Verona; il biglietto deve essere acquistato prima di salire sull'autobus, subito dopo aver lasciato la stazione.

Gli uffici principali di EPT si trovano in via Dietro Anfiteatro 6 i Piazza delle Erbe 42 (oba pn.-sb. 9.00-12.30 io 15.30-18.30). C'è anche un piccolo ufficio nella stazione dei treni.

Alloggio

Locanda Catullo, tramite V. Catullo 1, proprio nei pressi di via Mazzini (• 045/8002786), con due da 16 500 L, i Albergo Rosa, vicolo Raggiri 9, koło Piazza delle Erbe (• 045/8005693), due dopo 30000 L - Questi sono hotel puliti e in posizione centrale. Hotel Aurora, via Pellicciai 2 (• 045/594717), dispone di molte camere che si affacciano su Piazza delle Erbe, ma questo piacere costa di più - da 40000 L per due.

Ostello della Gioventù di Verona, Ostello della Gioventu, presso Salita Fontana del Ferro 15 (• 045/590360), situato in un bellissimo palazzo antico alle spalle del Teatro Romano. Ci sono un centinaio di letti lì, ma nonostante il sovraffollamento, puoi arrivare dall'oggi al domani, e il prezzo è 10000 L per notte compresa la prima colazione. Autobus n 20, ma percorre un percorso così circolare, è meglio camminare dal centro. Casa del Giovane è abbastanza simile ,,Don Bosco ", via Provolo 16 (• 045/591300) i Casa della Giovane, via Pigna 7 (045/596880). Quest'ultimo rifugio è gestito da suore ed è riservato alle donne; entrambi si trovano nel centro storico, c'è il coprifuoco a mezzanotte, e i prezzi sono intorno 13 000 L per la notte, senza colazione.

I campeggiatori possono approfittare dei campeggi estivi comodamente ubicati e adorabili: Campeggio Castel San Pietro, per il Teatro Romano, e un piccolo campeggio vicino a un ostello della gioventù.

Città

A piedi dalla stazione dei treni, si attraversa la porta sud di Verona, Porta Nuova, e si affaccia sul lungo Corso Porta Nuova, che termina agli archi difensivi che precedono piazza Bra. Ecco il più bel monumento romano di Verona, Arena; è stata fondata nel I secolo. n.e. e sopravvisse in condizioni ammirevoli nonostante il terremoto del XII secolo., da cui sono crollati tutti gli archi del muro esterno tranne quattro. Interni (wt.-nd. 8.00-18.45; 3000 L; ingresso gratuito la domenica e nei giorni festivi) Non ha subito danni e oggi qui vengono rappresentate grandi rappresentazioni liriche, e ventimila spettatori prendono il posto di ex fan dei giochi gladiatori. In origine si mirava all'Arena 152 sopra 123 metri e sembra ancora impressionante, e un'ulteriore attrazione è il magnifico panorama della città che si estende dal più alto dei 44 file di sedili in marmo rosa.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *