Bologna – Gastronomia e vita notturna

Bologna – Gastronomia e vita notturna

Visitare i ristoranti, Bar e discoteche costituiscono il fulcro della vita sociale bolognese, e alcune osterie della città uniscono queste tre funzioni, perché sono aperti fino a tarda notte. Le autorità hanno anche tentato di arginare l'esodo di massa dalla città nel mese di agosto, organizzando un festival artistico estivo, con concerti serali e videoproiezioni nei cortili degli edifici pubblici. È bello essere qui anche nel periodo di Ferragosto, quando si schiudono tutti sulle colline di uno dei parchi fuori città per divertirsi tutta la notte. Informazioni in merito possono essere trovate nella newsletter bisettimanale di La Mongolfier, dove i dettagli sono forniti in italiano, ma sono facilmente decifrabili. Anche II Bo può essere utile, settimanale con annunci e alcune informazioni, coprendo una vasta area intorno a Bologna.

Imbarco: spuntini, caffè e ristoranti

Bologna è soprannominata "La Grassa" (oleoso), perché la tradizione culinaria locale punta sulle calorie piuttosto che sulla creatività. Peso, che è attaccato al cibo qui, è davvero esagerato. Le persone vengono da molto lontano, mangiare nei ristoranti, che sono considerati i migliori del paese, e anche nei ristoranti modesti e molti piatti piccanti sono di altissima qualità; la mancanza di un menu alla porta e un sofisticato design degli interni significa, che il posto merita di essere interessato.

È meglio andare a Impero per la colazione, via Indipendenza 39, dove si fanno ottimi croissant e torte. Nel pomeriggio, puoi mangiare un boccone al Buffet della Stazione in stazione, dove le tagliatelle sono gustose o chiedi il tuo cibo del giorno - se mangi al bar, i prezzi sono imbattibili. Il secondo giorno, in via Indipendenza 33 i via Ugo Bassi 10, le migliori pizzerie. Lattuga La Torinese, sotto le volte del Palazzo del Podestà, Piazza Maggiore, serve torte salate e verdure ripiene. Roberto, via Clavature 18, è un piccolo bar con panini e pasti all'ora di pranzo. Sulla stessa strada, no 7 c'è anche la rosticceria, dove scegli qualcosa tra i piatti pronti, che vengono poi riscaldati; è seduto al bancone.

Nei ristoranti, i piatti di maiale sono i più provati, spaghetti e latticini, e sarebbe un peccato venire a Bologna e non mangiare le prelibatezze locali; dopo aver vagato un po 'per la città, puoi trovare un posto, dove un pasto completo costa 15-20000 L. Buona, via Saragozza 88, offre un'ottima cucina emiliana, come ha fatto Lamma in via dei Giudei 4, un luogo popolare con un'atmosfera da pub. Per i piatti bolognesi della famiglia, vai da Fantoni in via del Pratello 11 .una delle strade più antiche della città. Buca San Petronio presso la Chiesa di San Petronio, via Musei 4, serve più raffinato, ma piatti tradizionali, e in estate ci sono diversi tavoli all'esterno. Centro, via Indipendenza 45, i Bassotto, via Ugo Bassi 8, sono aperti fino al 2.00 e servire piatti veloci e di alta qualità in condizioni confortevoli. Il ristorante Grassilli è molto più costoso, via del Luzzo 3 - esperienza indimenticabile, ma devi prenotare un tavolo. Clorofilla, strada Maggiore 64, è specializzato in cucina vegetariana, serve un crescente ripien e tante insalate; Oggi Si Vola przy via Urbana 7 è un ristorante macrobiotico per non fumatori.

Solo per un drink, i bolognesi più fashion vanno al Mocambo, un minuscolo bar in via d'Azeglio; ci sono anche molti buoni bar dentro e intorno a via Zamboni, nel distretto studentesco. We Frule, na via Clavature przy Piazza del Francia, fanno dei frullati molto buoni. La Torinese, Piazza Re Enzo, serve un'ottima cioccolata calda. È meglio andare da Gianni per il gelato, via Montegrappa 11, un isolato via Indipendenza, o comprali in uno dei chioschi intorno alle mura della città (III-X). C'è anche Pino, na via Castiglione, la sede principale della migliore catena di gelaterie bolognesi.

Negozi e mercati

Una visita a un negozio di alimentari di Bologna è molto intrigante, soprattutto tra Piazza Maggiore e Due Torri; w Tamburini, in via Caprarie 1, la scelta degli alimenti ti fa venire le vertigini. Ci sono anche fiere nel centro della città, di cui due interni. Mercato delle Erbe, via Ugo Bassi 2 (pn.-sb. 7.15-13.00 io 17.00-19.00, Chiuso. tutti i gio. e sabato. nel pomeriggio), è il più grande e il più vivace, con oltre un centinaio di stand, che vende tutto, cosa è commestibile. Mercato in via Clavature (stessi orari di apertura) è simile nel carattere; c'è anche un mercato all'aperto in piazza Aldrovandi, lungo la Via Maggiore - quella più piccola, cibo e floreale, chiuso martedì pomeriggio. Dai supermercati è meglio recarsi alla Cooperativa di via Montebello 2 dietro la stazione - questa è la rete emiliana, che simboleggia le tradizioni cooperative di produzione alimentare nella regione. E infine c'è anche La Montagnola, mercato all'aperto in Piazza VII Agosto il venerdì e il sabato, dall'alba al tramonto, dove praticamente tutto viene venduto, ma vale soprattutto la pena andarci per via dei vestiti nuovi e usati.

Vita notturna: osterie e club

Le osterie sono da centinaia di anni il fulcro della vita notturna di Bologna – questi sono stabilimenti tipo pub inglese, aperto fino a tardi, dove vai a bere qualcosa piuttosto che a mangiare, anche se puoi prendere degli spuntini (piuttosto costoso). Funerale, in via Bertolini 2, vicino all'università, è un'osteria vivace e rumorosa, con pasti completi a prezzi contenuti. W Orsa, via Men tana 1, suonano jazz in inverno. Poeti, via Poeti 1, vicino a Piazza Cavour, coltiva una lunga tradizione: in questo antico palazzo l'osteria esiste dal XVII secolo. I prezzi non sono eccessivamente alti, ea volte una band si esibisce qui. Biassanott, na via Piella, è un altro posto con un'atmosfera sociale, aperto fino al 4.00; Senzanome, via Senzanome 42, offre ottimi pasti e un'ampia selezione di birre e vini. Marione, in via San Felice 137, vicino alla porta della città, a stara, un pub fumoso e scuro, con buon vino e stuzzichini. E infine in Osteria delllnfedele, sulla strada per Gerusalemme, c'è del buon cibo economico, ma vale la pena venire anche solo per bere qualcosa.

Ci sono anche molte discoteche e club in città. Cassero, Porta Saragozza 2, situato nella porta della città, è un club gay, con un caffè e una libreria, aperto tutti i giorni. Zelig, via Porta Nuova 9, a klub, dove gli abiti eleganti sono obbligatori. Durante l'estate viene organizzata un'area da ballo ai Giardini Margherita. Puoi anche ballare al Kinky Club, Galleria Due Torri 1, ma i controlli all'ingresso sono molto stretti e devi vestirti in modo decente (Gio-sab. serate omosessuali).

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *